Possa il bambino sentire la vita!


Condividiamo questo breve ma interessante articolo scritto dal professor Inaki Pastor, creatore della metodica TMPI – Terapia Manuale Pediatrica Integrativa.

 ATTENZIONE! Il corso di TMPI è in partenza il prossimo 19 febbraio ma vi diamo la possibilità di iscrivervi a partire dal secondo modulo, quello di maggio.

Scopri l’offerta formativa e iscriviti qui 

 

La gestione dei bambini è indubbiamente influenzata dalla cultura e dalle abitudini di un popolo, ed è divertente quando tutti pensano che i comportamenti siano universali, o che il nostro modo di fare sia più ragionevole o educativo degli altri. Per questo ci sorprendiamo quando vediamo video in cui i bambini vengono sollecitati con energia per far fare loro movimento; questo genere di video provengono solitamente dall’Europa orientale mentre in Occidente si cerca sempre di proteggere i bambini da qualsiasi movimento o suono inaspettato.

Quando le mamme guardano video del genere di solito si mettono le mani tra i capelli, poiché qui siamo abituati a parlare molto piano ai bambini e a spostarli con la massima attenzione, li teniamo seduti o sdraiati quando siamo in macchina e anche a casa. La distanza culturale tra Oriente e Occidente è molto visibile a partire dal Battesimo: in Occidente il rito cattolico prevede solo un po’ di acqua in testa mentre nel rito ortodosso, tanto per fare un esempio, il bambino viene completamente immerso nella fonte battesimale.

È ovvio che i bambini abbiano bisogno di protezione ma allo stesso modo necessitano stimolazione.
Con un numero di bambini con problemi di sviluppo in continua crescita, l’educazione dei genitori dovrebbe essere una priorità. Il 30% dei nostri bambini presenta problemi di attenzione, coordinamento o alfabetizzazione e di fronte a questo fatto il contatto pelle contro pelle o i movimenti che vediamo nel video dovrebbero essere promossi sistematicamente: il livello di evidenza del loro beneficio è elevato ma non sono ancora diventate pratiche comuni.

 

Sempre più prove

Le recensioni di Cochrane e altri numerosi studi confermano la necessità di maggiori stimoli nei bambini. I bambini che trascorrono più tempo a testa in giù (svegli e osservati) non solo non sviluppano la plagiocefalia ma hanno anche un migliore sviluppo fisico e cognitivo.

Sulla stessa linea si muove la terapia manuale pediatrica integrale (TMPI), impegnata a promuovere una maggiore esperienza di movimento nei bambini all’inizio della loro vita. Nell’Europa orientale esiste una fantastica ginnastica di movimento per i bambini, che consiste principalmente in oscillazioni delle braccia o delle gambe. Quando ho chiesto a una madre perché lo facessero, ha risposto: “Li aiuta ad orientarsi nel mondo” 

Vi lascio con un video di una madre in Spagna di origine slava con il suo bambino di 4 settimane, che sa bene come unire amore, suoni e movimento. Questa tripla integrazione può solo migliorare lo sviluppo motorio e sensoriale del bambino.

La fisioterapia pediatrica apre le porte a una nuova sfida: aiutare le famiglie affinché i bambini sentano la vita sempre di più: in questo modo possiamo prevenire molti problemi in fase di crescita.