Deformazioni nell’infante: la plagiocefalia


Ecco un nuovo articolo scritto dal professor Inaki Pastor, docente di fisioterapia pediatrica TMPI – Terapia Manuale Pediatrica Integrativa.

 ATTENZIONE! Avete la possibilità di iscrivervi al corso di TMPI a partire dal secondo modulo, 23/26 maggio.

Scopri l’offerta formativa e iscriviti qui 

 

Cosa possiamo fare quando vediamo che il nostro bambino nasce con la deformazione o l’appiattimento della testa?
O quando ci rendiamo conto che la sua testa si sta deformando nel tempo? Questa deformazione si chiama plagiocefalia e può essere migliorata con un trattamento manuale delle deformazioni della testa del bambino.

Il trattamento manuale viene eseguito sulla testa del bimbo attraverso pressioni molto delicate e molto precise. L’obiettivo principale è riallineare le parti ossee ed aprire gli spazi per il passaggio di nervi e altre strutture. In questo modo si ottengono e si ripristinano la simmetria della testa e il movimento corretto del collo.
Per alcuni casi è necessario combinare la terapia manuale con un casco ortopedico realizzato su misura da un tecnico esperto ortopedico. Le costanti pressioni del casco sulle ossa della volta cranica aiutano a ripristinare la simmetria.

È possibile ottenere un risultato positivo se il trattamento inizia il prima possibile. Il cranio segue un processo di ossificazione in diversi stadi che inizia a 4 mesi.

La cosa più importante è che il bambino trascorra meno tempo possibile a pancia in su, a parte quando dorme, in modo che le pressioni non deformino più la testa. Idealmente il bambino dovrebbe stare con i genitori in un marsupio. La posizione eretta e attaccata al corpo dei genitori ha molti vantaggi e protegge dalle deformazioni. Sebbene alcune misure possano essere adottate, il trattamento manuale del cranio sarà essenziale per restituire la forma corretta al cranio prevenendo problemi futuri.